Una mela al giorno…

una%20mela%20al%20giorno.jpg

 

La frutta fresca

contenente un maggior livello di quercitina

dimostra di essere il miglior cibo possibile

per combattere l’Alzheimer,

come testimonia, nel nostro studio,

la comparazione con frutta e verdura

che contengono questo antiossidante in misura minore.

La gente dovrebbe mangiare molte mele,

soprattutto fresche.

C.Y. Lee

 

Mele, frutti di bosco (soprattutto mirtilli), cipolle e, in generale, frutta e verdura contenenti quercitina, sono capaci di combattere l’invecchiamento delle cellule cerebrali proteggendole dai danni che innescano lo sviluppo di malattie degenerative come il Parkinson e l’Alzheimer.

 

Un recente studio condotto da ricercatori americani della Cornell University di New York ha dimostrato che il cervello dei ratti esposti a quercitina, ha resistito meglio al danneggiamento delle cellule indotto da un’esposizione a perossido di idrogeno, sostanza che imita il tipo di ossidante ritenuto responsabile del danno cellulare prodotto dall’Alzheimer.

 

Le cellule celebrali trattate con quercitina hanno subito danni minori di quelle curate con vitamina C e di quelle non trattate con antiossidanti.

 

Dallo studio emerge, inoltre, che le mele rosse contengono un maggior livello di antiossidanti rispetto a quelle verdi e gialle.

 

Soprattutto la buccia di questo frutto contiene un alto livello di quercitina.

 

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Journal of Food Science.

 

(Fonte: Journal of Food Science)

 

Una mela al giorno…ultima modifica: 2008-08-27T12:38:00+00:00da bravo_cook
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento