Pizza Toppings con le puntarelle

pizza%20alle%20puntarelle.jpg
La pasta

500 g di farina

25 g di lievito di birra

4 cucchiai di olio di oliva

1 pizzico di sale

1 Sciogliete il lievito con un pizzico di sale in un quarto di litro di acqua

. Mettete la farina in una ciotola, fate la fontana e versatevi al centro il

lievito diluito e l’olio e impastate con le mani amalgamando gli ingredienti,

fino a quando otterrete una pasta omogenea.

2 Trasferite la pasta sulla spianatoia e lavoratela ancora con energia.

Quando sarà liscia e non si appicci­ cherà più alle mani, fate una palla e

trasferitela in una ciotola infarinata. Incidete la pasta a croce, copritela

con un tovagliolo inumidito e lasciatela lievitare per un’ora.

3 Quando la pasta avrà raddoppiato il suo volume, toglietela dalla ciotola e

lavoratela nuovamente per qualche minuto sulla spianatoia.

 

1 Pulite le puntarelle e tagliatele a filet­ ti; mettete le ammollo in acqua fred­ da. Stendete la pasta in un disco sotti­ le, adagiatela in una teglia rotonda unta di olio e cuocetela in forno già caldo a 250° per circa dieci minuti.

 

2Distribuitevi sopra la mozzarella ta­ gliata a fettine sottili e proseguite la cottura per altri dieci minuti.

 

31n una padella antiaderente scaldate tre cucchiai di olio, unite l’aglio ta­ gliato a fette, le acciughe, il peperonci­ no e togliete dal fuoco.

 

4Scolate le puntarelle dall’acqua, con­ ditele con la salsa preparata e distri­ buitele sulla pizza appena sfornata.

 

SELEZIONE CATEGORIE RICETTE

ICONA%20ANTIPASTI25x.jpgicona%20spaghetti25x.jpgICONA%20SECONDI25x.jpgICONA%20SECONDI25x.jpgICONA%20VEGETARIANA25x.jpgICONA%20DESSERT25x.jpgICONA%20DOLCI25x.jpgICONA%20TORTE25x.jpg

 

 

INFORMAZIONI

p125x.jpgp225x.jpgp325x.jpgp425x.jpgp525x.jpgp625x.jpgp725x.jpgp825x.jpgp925x.jpgp1025x.jpg

 

 

p1125x.jpgp1225x.jpgp1325x.jpgp1425x.jpgp1525x.jpgp1625x.jpgp1725x.jpgp1825x.jpgp1925x.jpgp2025x.jpg

 

 

 

 

 

 
Pizza Toppings con le puntarelleultima modifica: 2008-09-05T19:26:00+02:00da bravo_cook
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento