Il Lugana – PASINI

vini%20bianchi.jpg

 
il Lugana tipo denominazione di origine controllata Proprietà: famiglia Pasini Enologo: Bruno Pasini Cantiniere: Riccardo Richiedei & Natale Nicola Vignaiolo: Luigi Tonoli Responsabile vigneti: Luca Pasini Estensione vigneti: 8 ha Composizione terreno: argilloso, limoso di origine morenica tipico terreno della zona del Lugana Resa uva/ha: 90 q Resa uva/vino: 65% Produzione annua: 60 000 bott. Forma di allevamento: silvoz, guyot e nei vigneti piu’ vecchi l’archetto Uve da cui deriva: Trebbiano (o Torbiana) di Lugana Ripartizione affinamento: fermentazione e affinamento in acciaio inox Affinamento in bottiglia: circa 3 mesi Alcool: 12,28 %vol Acidità totale: 6,35 g/l Estratto secco: 18,9 g/l Colore: giallo paglierino con venature verdognole Profumo: albicocca, pera, ma soprattutto la mela in bella evidenza profumi trasparenti, avvolgenti e suadenti Gusto: delicato, morbido e fresco, con un ottima modulazione tra acidita’ e morbidezza tatto denso. Abbinamenti: ottimo come aperitivo, accompagna ottimamente pesci , crostacei e frutti di mare Temperatura di servizio: 10-12°c Note/curiosità: vino estremamente tipico prodotto con il 100% di Trebbiana di Lugana coltivata nel cuore della zona vitivinicola posta a sud del Lago di Garda. La vinificazione viene eseguita lasciando l’uva a macerare 12 ore e operando poi una pressatura soffice in pressa orizontale. La fermentazione viene effettuata a temperatura controllata (18-20° c) su mosti illimpiditi. 

 

SELEZIONE CATEGORIE RICETTE

ICONA%20ANTIPASTI25x.jpgicona%20spaghetti25x.jpgICONA%20SECONDI25x.jpgICONA%20SECONDI25x.jpgICONA%20VEGETARIANA25x.jpgICONA%20DESSERT25x.jpgICONA%20DOLCI25x.jpgICONA%20TORTE25x.jpg

 

 

INFORMAZIONI

p125x.jpgp225x.jpgp325x.jpgp425x.jpgp525x.jpgp625x.jpgp725x.jpgp825x.jpgp925x.jpgp1025x.jpg

 

 

p1125x.jpgp1225x.jpgp1325x.jpgp1425x.jpgp1525x.jpgp1625x.jpgp1725x.jpgp1825x.jpgp1925x.jpgp2025x.jpg

 

Il Lugana – PASINIultima modifica: 2008-10-31T19:45:00+01:00da bravo_cook
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento